in

Come impressionare i “reclutatori di robot” che esaminano le tue domande di lavoro

La prossima volta che ti candidi per un lavoro, l’intelligenza artificiale (AI) potrebbe essere la prima a rivedere il tuo CV

Li abbiamo visti cambiare il volto della produzione; trasformare le fabbriche e rilevare i lavori manuali. E ora sembra che i robot siano di nuovo su tutte le furie, questa volta arrivando in un posto di lavoro vicino a te. Pensi che i robot siano il futuro? Pensa di nuovo. Sono il presente.

Assumere è un affare costoso. Inoltre, il problema con i gestori delle risorse umane, dicono i sostenitori dell’IA, è che sono umani. Gli esseri umani, dicono, possono commettere errori ed essere prevenuti. Allora qual è la soluzione? Per molte aziende, il presente e il futuro riguardano i reclutatori di robot.

Le persone in cerca di lavoro si trovano sempre più a dover combattere con algoritmi di apprendimento automatico, che riducono i costi setacciando i CV stessi. Ciò significa che la prossima volta che ti candidi per un lavoro, potrebbe essere una macchina che legge il tuo CV.

La conoscenza è potere, quindi quando fai domanda per il lavoro dei tuoi sogni, capisci con quali nuove tecnologie avrai a che fare e dai un’occhiata ai nostri suggerimenti vincenti per corteggiare i reclutatori di robot …

Dentro le “menti” dei reclutatori di robot

Cinque anni fa, i robot che leggevano il tuo curriculum avrebbero effettuato una ricerca per parole chiave, nello stesso modo in cui i motori di ricerca calcolavano il page rank prima di Google. Queste ricerche sono ancora presenti e dovresti adattare il tuo CV per loro .

“Abbiamo assistito a una crescita esponenziale dei dati che le persone inseriscono in Internet sulla loro vita lavorativa”, afferma Jon Bicshke, amministratore delegato della società di reclutamento di software Entelo nella Silicon Valley. Dice che il software dei reclutatori raccoglie già gran parte di questo.

Ma oggi, una tecnologia più sofisticata significa che gli algoritmi collegano insieme diversi aspetti di ciò che rende un candidato desiderabile, ad esempio la frequenza con cui hai cambiato lavoro. Inoltre, oltre la metà delle aziende ora utilizza interviste video automatizzate, con servizi come Sonru .

Potresti scoprire che la nuova tecnologia potrebbe funzionare a tuo favore creando condizioni di parità. “L’anonimizzazione del nome”, ad esempio, aiuta a rimuovere i pregiudizi nei confronti di minoranze o donne candidate, afferma Jon Bischke. Inoltre, i reclutatori umani spesso non hanno familiarità con il settore per cui stanno reclutando.

Per illustrare, una descrizione del lavoro nel 2010 richiedeva un programmatore con cinque anni di esperienza di lavoro con il sistema operativo iOS di Apple per iPhone. Il problema era che l’iPhone è stato introdotto solo nel 2007. Di conseguenza, i reclutatori hanno scartato tutti i candidati per il lavoro, afferma Sheerov Desai, CEO della società di reclutamento di machine learning Gild , anch’essa con sede nella Silicon Valley.

Come le persone in cerca di lavoro nel Regno Unito percepiscono i loro reclutatori di robot

Un sondaggio Totaljobs condotto questo mese su 400 persone in cerca di lavoro nel Regno Unito, ha rilevato che il 67% non aveva sentito parlare di reclutamento automatizzato.

  • Di coloro che avevano, circa la metà – il 53% – aveva preso parte a un’intervista telefonica automatizzata.
  • Di questi, il 47% era a suo agio con l’esperienza (il 35% era a disagio, mentre il 18% non era né l’uno né l’altro).
  • La stragrande maggioranza pensava che il proprio colloquio automatizzato fosse andato “bene” (26%) o “ok” (69%), con solo il 5% che pensava di essere andata male.
  • Alla fine, il 42% è stato invitato a passare alla fase successiva, mentre il 58% non lo è stato.

Per le persone in cerca di lavoro che non avevano sentito parlare di colloqui automatici, o che ne avevano sentito parlare, ma non ne avevano uno, il 20% ha dichiarato di essere indifferente a farne uno (è ancora un colloquio), mentre il 23% ha detto che lo preferirebbe a un colloquio faccia a faccia.

  • Solo il 13% ha dichiarato che non avrebbe accettato l’intervista, mentre l’11% ha ammesso che si sentirebbe stressato dal potenziale cliente. Un altro 13% ha affermato di non sapere come si sarebbe sentito.
  • (D’altra parte, il 14% ha affermato di essere entusiasta, dicendo che è stato un passo avanti tecnologico.)
  • Un intervistato, una donna sulla quarantina / inizio cinquantina nel sud-ovest dell’Inghilterra, ha affermato che “sarebbe probabilmente un miglioramento su un intervistatore umano, specialmente nel NHS!”
  • Un’altra donna, leggermente più giovane, ha detto: “Dovrei cercare di non essere sfacciato”.

Le persone in cerca di lavoro più anziane sono meno impressionate dai colloqui automatici.

  • Una donna sulla sessantina nel sud-est dell’Inghilterra, in cerca di lavoro nell’ingegneria , ha detto: “Mi piacerebbe vedere come sono e non puoi farlo al telefono”. Questa è un’intervista unilaterale se fosse un’intervista automatizzata.
  • E un uomo sulla cinquantina, in cerca di lavoro nel settore informatico nel sud-est , ha detto semplicemente “Yuck!”

I migliori consigli per vincere con i robot

Robot Recruiters potrebbe non vincere alcun premio nella posta in gioco di popolarità tra le persone in cerca di lavoro, ma per i team HR e i reclutatori impegnati sembra che siano qui per restare, un punto con cui Sheerov Desai, CEO di Gild, concorda: “Ricordo un tempo in cui avevamo nel mio ultima organizzazione 40 persone il cui compito era programmare i colloqui. È tutto quello che hanno fatto. E oggi automatizziamo tutto questo. “

L’intelligenza artificiale sta assumendo e cercando un candidato come te. Inoltre, ci sono modi in cui puoi battere i robot nel loro stesso gioco e ti diciamo come:

Conosci il tuo pubblico, il sistema di tracciabilità dei candidati (ATS)

Il primo robot che devi sconfiggere è il Applicant Tracking System, incaricato di ridurre la pila di CV a una dimensione di almeno un quarto – e forse più piccola.

Usa un carattere semplice

Sul tuo CV, scegli un carattere sans serif conservatore, come Verdana, Arial, Calibri o Tahoma. I caratteri con serif, come Times New Roman, funzionano leggermente meno bene con il riconoscimento ottico dei caratteri (OCR).

Non utilizzare tabelle per impaginare il tuo CV

Allo stesso modo, potresti essere tentato di formattare il tuo CV con tabelle: resisti! Anche questo può confondere gli OCR.

Non può far male caricare il tuo CV con parole chiave relative alle tue capacità: alcuni software adottano ancora un approccio basato sulle parole chiave. Inizia con le parole chiave incluse nella descrizione del lavoro e indirizza il tuo CV in modo conciso a queste. Un’idea è copiare la descrizione del lavoro in Wordle , per vedere le parole chiave che appaiono più frequentemente. Prova a combinare parole chiave generali (“project manager”, “social media manager”) con verbi specifici per il lavoro (“co-ordinate”, “manage”, “Tweet”, “edit”).

Abbina i tuoi titoli di lavoro precedenti alle varianti utilizzate dall’azienda

Quindi, dai un’occhiata al sito Web dell’azienda e abbina i tuoi titoli di lavoro con i loro il più possibile: manterrà felice il software di analisi. Quindi utilizzeremo titoli standard come “esperienza lavorativa” e “competenze”.

Ove possibile, aggiungi il gergo del settore

Quindi vai un passo oltre e includi una spolverata di abbreviazioni (enunciate tra parentesi dopo) e il gergo del settore. Un riepilogo delle qualifiche è il primo posto per calzare le scarpe in più di queste.

Suggerimenti per le interviste video

Se in seguito ti viene chiesto di registrare una video intervista, scegli uno sfondo bianco e dedica un po ‘di tempo a pensare all’illuminazione. Due sorgenti luminose davanti e una dietro funzionano bene.

Considera l’idea di utilizzare una fotocamera e un microfono leggermente migliori di quelli del tuo computer. E organizza i tuoi appunti in modo da guardare la fotocamera, non lo schermo. Cerca anche di evitare di guardare la fotocamera dall’alto. Non ti fa sembrare alto, solo goffo. Infine, prova a registrare e guarda le risposte alle probabili domande e fai una prova con un amico su Skype.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Centri per l’impiego a Bournemouth

Come formattare un CV