in

Come trasformare le attività banali in un lavoro significativo

Ammettiamolo: ci sono molte cose che non vogliamo fare. Quante persone vorrebbero non dover preparare la cena, fare il bucato, scrivere biglietti di ringraziamento, rifare i letti o pagare le tasse?

Ma non è solo a casa dove dobbiamo affrontare compiti banali. In ufficio, abbiamo e-mail, rapporti amministrativi e tutti i tipi di documenti che la metà delle volte sembra inutile.

Non voler fare questi compiti non significa che non dobbiamo farli. In effetti, sono spesso molto più importanti per le nostre vite di quanto non dicano Netflix, Playstation o YouTube (ovvero le cose che ci piacciono).

Ma questa è la vita, in parte divertente, in parte banale. Non tutto è pensato per essere divertente.

Detto questo, i compiti banali non devono essere l’equivalente di un canale radicolare. Ci sono modi per trasformare compiti banali in un lavoro più significativo.

Puoi trasformare compiti banali in qualcosa di significativo?

Ho iniziato la mia carriera insegnando ai bambini, e se c’è una cosa che ho imparato insegnando loro, è che convincere alcuni di loro a fare i compiti o altri compiti banali è stato terribilmente doloroso.

Come insegnante e genitore, spesso devo trovare modi per trasformare il banale in qualcosa di divertente o, per lo meno, non così banale. Ho imparato che i segreti per trasformare il banale in significativo o piacevole sono tre: accettazione, velocità e distrazione.

Quello che offrirò in questo articolo sono alcune possibili soluzioni per affrontare compiti banali e, quindi, migliorare il tuo atteggiamento e il tuo benessere generale.

Fase 1: Accettazione

Prima di tutto, dobbiamo accettare che molti compiti banali non possono essere evitati. Fare le proprie tasse è divertente quanto guardare la vernice asciutta, ma l’opzione è avere il tuo conto in banca congelato o addirittura finire in prigione.

Solo perché non ci piace qualcosa, non significa che possiamo spazzarlo sotto il tappeto. Deve ancora essere fatto. Altrimenti, ci saranno ripercussioni (a volte dolorose).

In AA (Alcolisti Anonimi), c’è un programma in 12 fasi che usano per riabilitare i tossicodipendenti. Il primo dei quali è ammettere di avere un problema. Lo stesso vale quando si tratta di compiti banali.

Ammettere semplicemente che un compito deve essere fatto è il primo passo per farlo. Ci sono quelle persone a cui piace scusarsi di fare un compito banale semplicemente dicendo a se stessi che non è così importante.

Questo potrebbe essere vero se lasci il bucato per un giorno o due. Ma una settimana e il tuo cesto potrebbe dire il contrario.

Invece di vedere un compito banale come poco importante, è saggio affrontarlo da una prospettiva diversa. Quali sono le conseguenze del non farlo?

Pensare agli effetti negativi ci spingerà ad agire.

Cosa succede se il mio partner vede una pila di vestiti nella lavanderia? Cosa farà mia madre se non rifaccio il letto? Cosa farà il mio capo se questo non viene fatto?

L’autore di bestseller Brian Tracy ha scritto un libro intitolato Eat That Frog!: 21 Great Ways to Stop Procrastinating and Get More Done in Less Time. Era dedicato a un unico concetto: fare prima ciò che non vogliamo fare.

I compiti banali sono spesso cose che non vogliamo fare, quindi si adattano al conto.

Fai il bucato per prima cosa e non dovrai preoccuparti di questo in seguito. I bambini che fanno i compiti quando tornano a casa possono godersi il resto della serata senza preoccupazioni.

Passo 2: Velocità

Come ho detto prima, ho iniziato la mia carriera insegnando ai bambini, il che mi ha insegnato molte competenze preziose nella mia attuale vocazione di consulente di produttività. Mi scervellavo alla ricerca di modi per trasformare i giochi noiosi e noiosi in giochi ad alto numero di ottani che facevano pompare il sangue dei bambini.

Ho scoperto che un modo per entusiasmare i bambini era semplicemente aumentare la velocità. Quindi, in che modo questo ci aiuta?

Il problema con i compiti banali è che spesso richiedono molto tempo. Potremmo dover ascoltare una lezione sulle statistiche come requisito per il nostro lavoro, ma quanto sarà utile per la maggior parte delle persone? Risposta: non molto.

Come tale, non c’è bisogno di sedersi lì per due ore intere ad ascoltarlo. La soluzione? Accelera!

La maggior parte dei software oggi offre la possibilità di modificare la velocità di riproduzione. È anche disponibile su YouTube.

Ciò di cui molte persone non si rendono conto è che aumentarlo a 1,25x non cambia la nostra capacità di comprendere quel materiale. In effetti, con alcuni materiali, potresti aumentarlo a 1,5x ed essere ancora in grado di tenere il passo.

Si tratta di una riduzione del 25% o del 50% del tempo investito, il che significa che possiamo tornare a fare ciò che vogliamo fare o altre cose che dobbiamo fare più velocemente.

Cerca sempre modi per accelerare il processo

Ci sono altri modi in cui la velocità può essere applicata a compiti banali.

Alcuni anni fa, volevo imparare a modificare i file audio, quindi sono passato a YouTube e ho trascorso alcune ore a imparare i dettagli di Soundforge. Nessun sollevamento pesante e ha fatto il lavoro.

Durante il lockdown, però, volevo imparare a padroneggiare un file audio. In poche parole, il mastering è un modo per prendere file audio e prepararli per un uso professionale. Si è scoperto che farlo in Soundforge era piuttosto complicato, quindi sono passato ad Adobe Audition.

Uno YouTuber mi ha dato istruzioni dettagliate su come farlo e sono partito per le gare, ma il vero segreto è arrivato alla fine del video quando ha spiegato che dopo aver attraversato il processo (che ha richiesto circa dieci minuti), potevo salvare l’intero processo e applicarlo a qualsiasi nuovo file che potessi avere.

Ciò significa che la prossima volta, non avrei dovuto ripetere tutti i passaggi. Tutto quello che dovrei fare è applicare il processo salvato al mio file audio e il gioco è fatto.

Un processo che mi avrebbe richiesto un’ora in Soundforge ha finito per diventare un processo di cinque secondi in Adobe Audition.

La lezione qui è duplice. Innanzitutto, cerca sempre modi per accelerare il processo. Ciò potrebbe non funzionare per cose come stirare o cucinare, che richiedono una quantità precisa di tempo per essere realizzate.

Ma mentre potremmo non essere in grado di accelerare il processo di cottura, possiamo migliorare il nostro tempo di preparazione lavorando sulle nostre capacità di taglio, mantenendo i nostri coltelli affilati e usando gli strumenti giusti per il lavoro.

In secondo luogo, a volte la soluzione è cambiare il modo in cui lo facciamo.

Ancora una volta, non sempre funziona, ma quando si tratta di attività eseguite con Excel, Access o altri programmi, alcune alternative potrebbero soddisfare meglio le tue esigenze. Sii disposto a esplorarli.

Passaggio 3: distrazione

Uno dei miei modi preferiti di affrontare compiti banali è il chunking. Chunking sta facendo due compiti allo stesso tempo in cui nessuno dei due influisce sull’altro in modo sostanziale.

La mia forma preferita di chunking è combinare lo yoga con la TV. La maggior parte delle persone che guardano la TV si siedono semplicemente sul loro divano e sgranocchiano il loro spuntino preferito. Preferisco prendere due piccioni con una fava.

Più invecchio, più capisco l’importanza dello stretching e del mantenermi in forma: entra nello yoga. Ora, potrei fare quello che fa mia moglie e dedicare semplicemente 30 minuti ogni mattina a fare yoga.

Ma come consulente di produttività, sono sempre alla ricerca di modi per accelerare i processi. Faccio semplicemente yoga mentre guardo Netflix.

Ottengo il massimo beneficio rilassante dallo yoga? No, non del tutto. A volte mi manca qualche riga dello spettacolo perché sto facendo una posa? Certo. Ma quello che faccio è portare a termine entrambe le attività in 30 minuti.

Un altro esempio è la guida. Guidiamo verso la pratica del nuoto dei nostri figli. Guidiamo al supermercato. Guidiamo per andare al lavoro. Trascorriamo molto tempo nelle nostre auto. Il problema è che la maggior parte delle persone usa quel tempo per ascoltare le notizie alla radio o cantare insieme alle loro canzoni preferite.

Non del tutto male, ma non è il migliore. Come diceva il grande Jim Rohn, “Trasforma la tua auto in un’aula mobile”.

Questo è esattamente quello che ho fatto. Mi sono sbarazzato dei miei CD di Beyonce (mi sto frequentando qui) e ho iniziato ad ascoltare artisti del calibro di Jim Rohn, Tony Robbins, Dan Kennedy, Brian Tracy e Brendon Burchard. Lascia che te lo dica, non solo non mi mancava ascoltare la musica, ma mi sono trovato più energico ed entusiasta della vita.

Il punto è che vogliamo distrarre le nostre menti dai compiti banali. Cerca di dimenticare che stiamo pompando ferro e che i nostri muscoli stanno bruciando ascoltando musica o, meglio ancora, del materiale di sviluppo personale.

Considerazioni finali

I compiti banali sono, per natura, noiosi. Fare il bucato potrebbe non sembrare molto rispetto a dare una presentazione a un cliente multimilionario, ma deve ancora essere fatto. Non solo, ma possono anche richiedere molto tempo.

Tuttavia, apportando alcune semplici modifiche, rimarrai sorpreso di come le attività banali possano diventare un lavoro significativo.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

15 traguardi della carriera da celebrare (e come stabilirne di nuovi)

Networking per introversi: 9 consigli su come incontrare nuove persone