in

Sicurezza sul lavoro: ecco quando indossare gli stivali antinfortunistici

Le scarpe e gli stivali antinfortunistici sono uno strumento molto importante per garantire la necessaria protezione ai piedi e alle caviglie mentre una persona svolge dei lavori che presentano dei potenziali rischi. Oltre a proteggere la persona che le indossa, le calzature protettive, permettono inoltre di rispettare le normative di sicurezza sul lavoro che prevedono l’uso di questi strumenti molto importanti.

Per questo motivo è molto importante comprendere quando questo dispositivo di protezione sia indispensabile e quando è maggiormente indicata una tipologia piuttosto che un’altra. Le scarpe protettive devono essere infatti sempre adatte al lavoro che l’utilizzatore è chiamato a svolgere. Vi sono infatti molte mansioni che non possono essere ricoperte senza i necessari dispositivi di sicurezza, come le calzature antinfortunistiche, mentre ve ne sono poi altre in cui l’utilizzo è solo fortemente consigliato.

A regolare questi aspetti è la normativa di riferimento, in materia di sicurezza sul lavoro, che prevede i comportamenti da adottare, in modo tale da evitare il rischio di infortuni sul lavoro. Queste calzature sono infatti degli ottimi sistemi di protezione, grazie alla loro speciale conformazione che presenta però delle differenze tra un modello e un altro.

Quando utilizzare gli stivali antinfortunistici

E’ indispensabile scegliere dei buoni dispositivi di sicurezza, come ad esempio questi ottimi stivali di sicurezza presenti sul portale di RS Components, necessari per svolgere alcuni lavori specifici, che richiedono strumenti di protezione adeguati. Gli stivali antinfortunistici hanno moltissimi pregi e permettono di ottenere un risultato importante che va ben oltre il soddisfacimento di un requisito legale. Tra i vantaggi legati al loro impiego vi sono ad esempio:

  • Protezione dagli urti accidentali.
  • Permettono di sollevare oggetti pesanti con più serenità.
  • Consentono di lavorare con prodotti di tipo chimico.
  • Evitano pericolosi tagli o abrasioni.
  • Proteggono contro le vibrazioni.
  • Hanno suole antiscivolo.

Un tempo queste calzature erano inoltre decisamente più pesanti, ingombranti e scomode da indossare. Negli ultimi anni invece, i modelli realizzati dai gruppi leader del settore, sono stati resi decisamente molto più comodi, in modo da poter essere tranquillamente indossate anche per molte ore ogni giorno. Al giorno d’oggi in commercio è infatti possibile trovare in modo semplice e veloce le calzature ideali per ogni determinato lavoro.

E’ molto importante indossare questi dispositivi anche quando una persona effettua dei lavori a casa propria, forse nel tempo libero praticando il celebre “fai da te”. Si tratta di un aspetto importante perché al di là della normativa relativa alla sicurezza sul lavoro è importante proteggere il proprio corpo in qualunque momento, per evitare così pericolosi e imprevedibili incidenti che potrebbero portare anche a infortuni per le persone.

Modelli più utilizzati

La versione più comune tra gli stivali di sicurezza è quella che prevede uno speciale rinforzo di protezione per l’alluce. Questo risultato viene ottenuto tramite l’uso di un puntale rinforzato ed è un modello molto utilizzato per la movimentazione di oggetti pesanti, come ad esempio all’interno di una fabbrica, di un magazzino o di un’officina, dove il rischio che un oggetto possa cadere su un piede non è assolutamente trascurabile.

Quando invece una persona deve svolgere delle lavorazioni particolarmente pericolose, almeno potenzialmente, come ad esempio per la saldatura o per le operazioni di taglio, si rendono necessari degli stivaletti ancora più protettivi. Questi prendono il nome di Rigger e permettono di ottenere una elevata resistenza contro il taglio, l’abrasione e la penetrazione. Si tratta di un modello indispensabile ad esempio per un giardiniere che deve tagliare degli alberi o per chi deve movimentare dei macchinari pesanti.

Per ottenere invece una resistenza chimica alla corrosione e ai liquidi esistono degli stivali di sicurezza impermeabili. Questi modelli sono ideali sia per chi lavora all’interno di un laboratorio chimico o farmaceutico (calzature antibatteriche), sia per chi è costretto a trascorrere molte ore all’aperto e per questo è sottoposto anche alle intemperie atmosferiche. Per questo motivo vi sono anche degli ottimi modelli con suola antiscivolo, particolarmente adatta ai lavori in ambienti umidi.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Come calcolare le tasse sui pagamenti dei bonus

Le 5 professioni digitali più ricercate