in

LAVORARE IN NORVEGIA

La prosperità della Norvegia è sostenuta dalla sua ricchezza di petrolio e gas e i laureati del Regno Unito possono trovare lavoro nell’industria energetica, nel turismo, nell’ingegneria, nella sanità, nell’IT o nella finanza.

La Norvegia ha uno dei più alti standard di vita al mondo.

Il mercato del lavoro

Trovare lavoro in Norvegia

La Norvegia ha uno dei più alti standard di vita al mondo e un sistema di sicurezza sociale completo finanziato da livelli di tassazione relativamente elevati. È ricca di risorse naturali, tra cui petrolio e gas, pesce, foreste e minerali, ed è famosa per la sua spettacolare costa del fiordo.

I cittadini britannici attualmente non hanno bisogno di un visto per entrare in Norvegia, ma devono registrarsi presso la Direzione norvegese per l’immigrazione (UDI) se desiderano rimanere in Norvegia dopo tre mesi, sia per lavoro che per studio. Non è ancora chiaro come questo possa essere influenzato dalla Brexit. La Norvegia non è un membro dell’Unione europea (UE), ma ha forti legami economici con l’UE grazie alla sua adesione alla zona di libero scambio dello Spazio economico europeo (SEE). L’inglese è ampiamente parlato in Norvegia, ma la fluidità del norvegese è un grande vantaggio quando si fa domanda per un lavoro. Il networking è un modo importante per conoscere le opportunità di lavoro.

La Norvegia divenne prospera in seguito alla scoperta di petrolio e gas offshore alla fine degli anni ’60 e il petrolio rappresenta attualmente circa il 9% dei posti di lavoro nel paese. Come parte di una strategia per garantire il futuro del paese, la ricchezza petrolifera in eccesso è stata investita in quello che ora è diventato il più grande fondo sovrano del mondo. La crescita economica dovrebbe rimanere costante o migliorare leggermente nei prossimi anni.

Circa due terzi della Norvegia sono montuosi. La popolazione di circa cinque milioni di abitanti è concentrata nel sud, dove il clima è più mite, in particolare intorno a Oslo, la capitale, e nelle città costiere come Trondheim e Bergen. Il costo della vita è relativamente alto, in particolare nell’area intorno a Oslo.

Dove puoi lavorare?

Circa tre decimi della forza lavoro norvegese è impiegata nel settore pubblico, in settori come la sanità e l’istruzione. C’è una particolare richiesta di competenze in infermieristica, medicina, turismo, ingegneria, petrolio e gas, industria della pesca, edilizia e costruzioni, informatica e comunicazioni. I laureati del Regno Unito devono affrontare una forte concorrenza da parte dei loro omologhi norvegesi.

Principali industrie :

  • energia: petrolio e gas ed energie rinnovabili, compresa l’energia idroelettrica
  • spedizione e costruzione navale
  • pesca
  • trasformazione dei prodotti alimentari
  • legname, pasta di legno e prodotti di carta
  • estrazione mineraria e metalli
  • tessuti
  • industrie di servizi, compreso il turismo

Principali datori di lavoro

Ci sono molte piccole imprese in Norvegia e meno dell’1% delle aziende private ha più di 100 dipendenti. Le piccole imprese sono spesso a conduzione familiare. Alcune delle organizzazioni più grandi sono di proprietà statale, inclusa Statoil, l’industria petrolifera; le ferrovie; e il servizio postale.

Alcuni dei più grandi datori di lavoro in Norvegia sono:

  • Statoil (petrolio)
  • Aker Solutions (progettazione e ingegneria della tecnologia per l’industria petrolifera e del gas)
  • Norsk Hydro (produzione di prodotti in alluminio ed energia rinnovabile)
  • Yara International (fabbricazione di prodotti agricoli, in particolare fertilizzanti a base di azoto)
  • DNB (servizi bancari e finanziari)

Competenze richieste: l’industria petrolifera è essenziale per la prosperità della Norvegia, sebbene cerchi anche di diversificare. È probabile che vi siano opportunità in settori legati alla tecnologia, alle comunicazioni e ai media digitali.

Requisiti linguistici: sebbene l’inglese sia ampiamente parlato come seconda lingua, un norvegese fluente farà una grande differenza per il tuo lavoro e le tue prospettive di carriera. Esistono numerosi dialetti norvegesi. Altre lingue parlate in Norvegia includono il sami settentrionale, che è la lingua ufficiale di un certo numero di comuni ed è parlata principalmente nella Norvegia settentrionale.

Le qualifiche del Regno Unito sono riconosciute?

La Norvegia è un membro a pieno titolo dell’area europea dell’istruzione superiore, il che significa che attualmente esiste un meccanismo per ottenere il riconoscimento del valore equivalente dei diplomi britannici in Norvegia. Non è ancora chiaro esattamente come la partecipazione del Regno Unito a questo sistema sarà influenzata dalla Brexit.

Insegnamento dell’inglese come lingua straniera

Il sistema educativo in Norvegia è molto buono e c’è un alto livello di conoscenza della lingua inglese. Di conseguenza, potresti essere in concorrenza con i norvegesi per lavori di insegnamento della lingua inglese. È probabile che tu abbia bisogno, come minimo, di una laurea e di una qualifica TEFL. Una conoscenza pratica del norvegese aiuterà. Potrebbero esserci opportunità nelle scuole internazionali bilingue, anche se è probabile che queste cerchino personale con una qualifica di insegnamento e due anni di esperienza pertinente. Potrebbero anche esserci posti vacanti presso asili, scuole pubbliche o private o scuole di lingue private.

Com’è lavorare in Norvegia?

  • Orario di lavoro: l’orario di lavoro non deve superare le 9 ore al giorno o le 40 ore alla settimana. Qualunque cosa oltre le 40 ore settimanali è definita come straordinario e attrae un tasso di retribuzione più elevato.
  • Vacanze: per legge, ai norvegesi sono garantiti 25 giorni di ferie all’anno.
  • Imposta sul reddito : le aliquote dell’imposta sul reddito in Norvegia sono relativamente alte. La maggior parte dei dipendenti pagherà una detrazione di circa il 35% del proprio reddito. Si tratta di un’imposta sul reddito nazionale e comunale combinata di circa il 27% (inferiore in alcune aree) e di un contributo previdenziale di circa l’8%. Potrebbero esserci anche sovrattasse da pagare comprese tra il 9% e il 12%, a seconda del reddito. Se vivi in ​​Norvegia per 183 giorni consecutivi o più in un periodo di dodici mesi, devi pagare le tasse sul tuo reddito mondiale lì.

Trovare lavori

Sebbene la Norvegia non sia un membro dell’UE, è coinvolta in vari schemi e programmi europei come EURES (il portale europeo della mobilità professionale), che ti consente di cercare lavoro in Norvegia in inglese.

Il sito web Work in Norway è supportato dal servizio ufficiale per l’impiego norvegese e offre informazioni chiare per chi cerca lavoro dai paesi dell’UE / SEE e altrove, con offerte di lavoro e consulenza.

Puoi trovare offerte di lavoro in Norvegia elencate nella pagina delle offerte di lavoro internazionali di TARGETjobs .

Puoi trovare i siti web delle aziende che ti interessano utilizzando le pagine gialle norvegesi , che spesso elencano i posti vacanti.

Giornali con posti vacanti

Il quotidiano nazionale Aftenposten è un’utile fonte di informazioni. Troverai una panoramica completa dei giornali norvegesi su norse-aviser.com . Questi siti web sono entrambi in norvegese.

CV, candidature e suggerimenti per il colloquio

Le aspettative per i CV sono simili a quelle del Regno Unito. Dovresti limitarti a uno o due lati di A4 ed elencare le lingue che parli, insieme a un’indicazione del tuo livello di fluidità e competenza orale e scritta. Non è prassi standard allegare una foto. Potrebbe valere la pena inviare domande speculative, che in Norvegia vengono chiamate applicazioni aperte. Troverai ulteriori consigli sui CV e sulle domande di lavoro in Norvegia sul sito web Work in Norway .

Il processo di reclutamento è simile a quello del Regno Unito. Se sei invitato a un colloquio, è probabile che incontri da due a cinque persone e verrai intervistato per 45-90 minuti, e ti potrebbe anche essere chiesto di fare un test della personalità. Dovresti vestirti in modo appropriato e una stretta di mano decisa e un buon contatto visivo dovrebbero aiutare a fare una buona impressione.

Esperienze lavorative, stage e scambi

La Norvegia partecipa al programma di scambio di studenti Erasmus +. Puoi saperne di più su dove potresti studiare da Study in Norway .

Un’altra opzione da considerare è il programma internazionale di volontariato giovanile AIESEC , che offre opportunità in Norvegia, o IAESTE , che fornisce tirocini in Norvegia per circa 60 studenti internazionali ogni anno.

L’ Atlantis Youth Exchange è un programma di scambio norvegese per giovani e offre opportunità di lavorare nell’agricoltura, nel turismo o come au pair in cambio di alloggio, vitto e paghetta gratuiti.

Volontariato

Puoi fare volontariato in Norvegia attraverso il Servizio Volontario Europeo (SVE), che consente ai giovani di età compresa tra i 17 ei 30 anni di fare volontariato per due o dodici mesi. Puoi saperne di più sullo SVE e su altre opportunità di volontariato tramite il Servizio Volontario Internazionale .

Hai bisogno di un visto per lavorare in Norvegia?

I cittadini SEE, compresi i cittadini del Regno Unito, non hanno bisogno di un visto per entrare in Norvegia. Tuttavia, se desiderano rimanere più a lungo di tre mesi, sia per lavoro che per studio, devono registrarsi presso la Direzione norvegese per l’immigrazione (UDI) e partecipare a un appuntamento. Non è ancora chiaro come gli accordi per i cittadini britannici saranno influenzati dalla Brexit.

I cittadini non SEE potrebbero dover richiedere un permesso di soggiorno. Sono disponibili informazioni al riguardo sul sito web della Direzione norvegese dell’immigrazione (UDI). Puoi anche saperne di più presso l’ambasciata norvegese nel paese in cui vivi attualmente. Se risiedi nel Regno Unito, troverai informazioni utili sui permessi di soggiorno sul sito web dell’Ambasciata Reale Norvegese .

Vivere in Norvegia

Costo della vita: il costo della vita in Norvegia è tra i più alti al mondo. È probabile che l’affitto, la spesa e le uscite costino di più che nel Regno Unito. Tuttavia, potresti anche scoprire che gli stipendi in Norvegia sono più alti.

Valuta: corona (a volte indicata come NOK, abbreviazione di corona norvegese)

Assistenza sanitaria: i residenti nel Regno Unito di solito possono richiedere una tessera sanitaria europea (TEAM), che ti dà il diritto di accedere all’assistenza sanitaria durante un soggiorno temporaneo in un altro paese SEE o in Svizzera. Ciò significa che potrai accedere all’assistenza sanitaria fornita dallo stato in Norvegia a un costo ridotto o gratuitamente. Tuttavia, la tessera TEAM non copre l’assistenza sanitaria privata o i costi come il ritorno in aereo nel Regno Unito in caso di grave incidente o malattia e si consiglia di avere sia una tessera TEAM che una polizza assicurativa di viaggio privata valida.

Le tessere EHIC non sono valide sulle navi da crociera, cosa che vale la pena tenere presente se si sceglie di visitare l’Artico in nave durante il soggiorno.

Leggi e costumi di cui essere consapevoli: la Norvegia ha perseguito politiche sociali progressiste. Ad esempio, nel 1993 è diventato il secondo paese a riconoscere legalmente le unioni tra partner omosessuali.

Le leggi sulla droga e sulla guida in stato di ebbrezza sono più severe in Norvegia che nel Regno Unito e il possesso di piccole quantità di droghe può comportare pesanti multe e reclusione.

Grandi religioni: la Chiesa di Norvegia è luterana. Anche il cattolicesimo e altre denominazioni cristiane sono molto diffuse e vi sono comunità musulmane, ebraiche e buddiste ben consolidate.

Tipo di governo: democrazia parlamentare e monarchia costituzionale

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

LAVORARE IN NUOVA ZELANDA

LAVORARE IN ARABIA SAUDITA