in

I primi 15 lavori che hanno più probabilità di essere licenziati durante COVID-19

Con la diffusione della pandemia COVID-19 in tutti gli stati degli Stati Uniti, il numero di disoccupati è aumentato nelle ultime settimane. Finora, circa 22 milioni di cittadini hanno presentato domanda per la riduzione della disoccupazione. Dietro questo numero, 22 milioni di storie di disoccupazione e la vita di molte persone che sono state influenzate. Quindi, quali sono i primi 15 lavori che hanno maggiori probabilità di essere licenziati?

1. Personale del ristorante

Colpita dalla diffusione del nuovo coronavirus, il settore della ristorazione statunitense ha subito pesanti perdite. Recentemente, la National Restaurant Association ha condotto un sondaggio sullo stato attuale del settore della ristorazione, ei risultati non sono promettenti.

Il rapporto ha intervistato più di 6.500 operatori di ristoranti in tutto il paese dal 10 al 16 aprile e ha rilevato che due terzi dei lavoratori della ristorazione sono stati disoccupati, inoltre più di 8 milioni di lavoratori di ristoranti sono stati licenziati o costretti a lasciare il lavoro.

2. Personale teatrale

Sotto lo scoppio, molti teatri furono costretti a chiudere. “Il 12 marzo, siamo stati informati che tutti gli spettacoli di Broadway sarebbero stati sospesi per 30 giorni”, ha detto Rachel sterner, la direttrice di scena di Harry Potter e il maledetto bambino.

Sebbene sia comune essere licenziati quando lavori in un teatro, puoi sempre trovare un’altra via d’uscita. Ma ora, nella situazione della pandemia Covid19, non ci sarà lavoro per molto tempo. Anche se lo spettacolo ricomincia, nessuno sa quando tornerà il pubblico.

3. Il personale lavora per luoghi di svago

Poiché le persone non possono uscire, anche i profitti di molti luoghi di svago come caffè, bar e studi di yoga sono diminuiti drasticamente e alcune aziende non riescono nemmeno a sopravvivere.

Byron Gomez è un cafè manager. Secondo lui, aprile è solitamente il periodo più trafficato dell’anno a causa della celebrazione di molte feste. Tuttavia, poiché il margine di profitto del bar non è elevato e viene persa la stagione delle vendite di punta a causa dell’epidemia, è molto difficile operare ora. Byron Gomez e sua moglie hanno chiesto l’indennità di disoccupazione ma non hanno ancora ricevuto l’assegno di stimolo federale. Anche se ora hanno circa $ 300 di risparmio, se utilizzano i risparmi, i soldi saranno presto esauriti.

4. Agente immobiliare

Colpite dall’epidemia, le vendite di case negli Stati Uniti sono diminuite in modo significativo. Negli stati in cui il nuovo coronavirus ha colpito più duramente, le domande di acquisto di alloggi sono diminuite ancora di più: 35% a New York, 23% in California e 17% a Washington.

John Dignan, un agente immobiliare, ha dichiarato: “L’epidemia è scoppiata all’improvviso e l’intenzione della gente di comprare una casa è caduta. I due membri dello staff che lavoravano con me sono stati licenziati e ora stanno lottando”.

5. Staff sportivo professionistico

Secondo Forbes, la perdita di importanti eventi sportivi in ​​Nord America a causa dell’epidemia di COVID-19 è di almeno 5 miliardi di dollari USA, inclusi biglietti, diritti di franchising, diritti di sponsorizzazione e diritti di trasmissione televisiva.

Guardie di sicurezza dello stadio, custodi e lavoratori edili il cui lavoro dipende dal gioco si trovano ad affrontare gravi difficoltà finanziarie rispetto ai giocatori che guadagnano in media milioni di dollari. Dopo la sospensione, questi lavoratori a tempo pieno o part-time hanno perso completamente il loro reddito.

6. Personale dello zoo

Kerian ballanco è un guardiano dello zoo. Non aveva mai pensato che sarebbe stata licenziata prima, perché la gente pensava che dopo essere entrata nello zoo il lavoro sarebbe stato relativamente stabile. Il suo supervisore le ha detto che gli animali hanno bisogno di cure quotidiane, quindi gli allevatori sono essenziali.

Tuttavia, a causa dell’epidemia, lo zoo non ha entrate, quindi per mantenere le operazioni e allevare animali, molti zoo devono licenziare il personale e chiudere.

7. Personale dell’industria dei viaggi

Sotto l’influenza dell’epidemia, lo sviluppo del turismo ha ristagnato. Prendiamo ad esempio il Colorado, il turismo è una delle sue industrie pilastro. Il reddito delle stazioni sciistiche e degli hotel è notevolmente diminuito. Allo stesso tempo, molte guide turistiche hanno perso il lavoro per mancanza di clienti.

Joe Barrera, direttore esecutivo del Dipartimento del lavoro e dell’occupazione del Colorado, ha dichiarato: “Per quanto ne sappiamo, il 9 marzo, solo 400 persone sono entrate nel sistema per presentare domanda di sussidio di disoccupazione, ma ieri (17) alle 10 in punto , 6800 persone hanno cercato di accedere per avviare il processo di compensazione della disoccupazione “.

8. Dipendenti di Export Trading Company

Ad Atlanta, in Georgia, Lauren lavorava per un’azienda di trasporto merci per l’esportazione. Ha perso il suo lavoro principale dopo lo scoppio della nuova epidemia di coronavirus. Ha detto di essere mentalmente preparata per questo, perché le transazioni commerciali internazionali sono state costrette a interrompersi e la società non poteva più continuare a operare. Allo stesso tempo, il suo lavoro secondario, come organizzatrice di eventi, non era in grado di fare soldi poiché le persone sono confinate a casa.

9. Personale dell’hotel

Secondo il sito web statunitense Business Insider, la nuova epidemia di polmonite da coronavirus ha colpito abbastanza duramente il settore alberghiero, anche il Trump International Hotel di Washington DC chiede al governo federale di ridurre gli affitti.

In questo contesto, molti hotel stanno affrontando grandi sfide. I dati mostrano che il settore alberghiero ha visto licenziamenti su larga scala.

10. Personale di film e TV

A molte star e personale di Hollywood, tra cui la star del cinema Oscar Tom Hanks e l’attore Marvel Idris Elba, è stato diagnosticato il COVID-19.

Secondo Hollywood Reporter, il botteghino globale ha perso almeno 7 miliardi di dollari entro la fine di febbraio e la tendenza al ritiro da marzo a maggio aumenterà la perdita di altri 10 miliardi di dollari. La sospensione dell’industria cinematografica e televisiva porterà a un’improvvisa disoccupazione di attori, ingegneri delle luci, autisti, personale amministrativo, pittori, parrucchieri, ecc. Inoltre, il personale del cinema sarà fortemente influenzato.

11. Personale dell’impresa di costruzioni

Poiché le persone sono isolate a casa, le società di costruzioni non possono funzionare correttamente e molte aziende sono a rischio di fallimento.

Da metà marzo all’inizio di aprile, le società della Bay Area hanno licenziato un totale di 21.600 persone, secondo le statistiche del Dipartimento del lavoro della California (EDD). Tra queste, nove società di costruzioni nella sola Bay Area hanno presentato avvisi di licenziamento, che hanno interessato più di 2.000 dipendenti.

Inoltre, anche altre industrie sono gravemente colpite dall’epidemia. Al momento, poiché ci sono molte grandi aziende in questi settori e hanno una forte capacità anti-rischio, non ci sono molti licenziamenti. Ma se l’epidemia non si ferma, possono anche licenziare i dipendenti.

12. Personale dell’Aviation Corporation

Dallo scoppio del COVID-19, l’industria aeronautica globale è stata seriamente colpita. L’amministratore delegato di Delta Air Lines, Ed Bastian, ha scritto ai dipendenti che le entrate del secondo trimestre della società sarebbero diminuite di 10 miliardi di dollari, equivalente a un calo dell’80% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Attualmente, 13.000 dei 90.000 dipendenti dell’azienda hanno sospeso volontariamente i loro stipendi. Alcuni analisti prevedono che le compagnie aeree non saranno in grado di riprendere la normale attività nei prossimi due anni, quindi le loro prospettive sono preoccupanti.

13. Personale del grande parco divertimenti

Il 1 ° aprile, New York e altri luoghi negli Stati Uniti in cui l’epidemia era diffusa, hanno adottato misure più severe come la chiusura dei parchi giochi e l’emissione di ordini di isolamento domestico per prevenire l’ulteriore diffusione del COVID-19. Colpiti da questo, molti parchi di divertimento sono in crisi.

Sotto l’impatto dell’epidemia, il prezzo delle azioni Disney è diminuito di oltre il 26% dall’inizio del 2020. Disney ha anche smesso di pagare gli stipendi ai suoi 100.000 dipendenti, rappresentando quasi la metà della sua forza lavoro globale.

14. Dipendenti della compagnia petrolifera

Il contratto del petrolio greggio WTI in America è caduto dal “prezzo del petrolio negativo” in modo record, ha attirato l’opinione pubblica nel mercato globale e le compagnie petrolifere statunitensi sono sotto grande pressione.

Il 26 aprile, dopo la Whiting Petroleum, la Diamond Offshore Drilling Inc., una società di perforazione offshore con sede a Houston, ha formalmente presentato istanza di protezione dal fallimento. E secondo i documenti pertinenti, l’azienda ha circa 2500 dipendenti.

15. Personale del grande centro commerciale

Sebbene l’attività dei supermercati sia molto calda durante l’epidemia, il funzionamento dei grandi centri commerciali è relativamente difficile, soprattutto il commercio al dettaglio dei centri commerciali che ha quasi ristagnato.

Ad esempio, i Leesburg Outlets a Washington erano affollati di acquirenti e turisti, ma ora, poiché non arriva più gente nei grandi centri commerciali, più di 100 negozi di marchi famosi internazionali sono chiusi e il destino dei dipendenti è ancora sconosciuto.

Durante lo scoppio del COVID-19, è difficile per i disoccupati condurre una vita normale. Oltre a ricevere il welfare del governo, le persone che hanno perso il lavoro possono anche provare a trovare alcuni margini per aumentare il proprio reddito, allo stesso tempo devono eliminare le loro spese inutili e utilizzare i loro risparmi, in modo da poter espandere le fonti di reddito. Ci auguriamo che il COVID-19 possa passare rapidamente e la vita delle persone possa tornare alla normalità.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

I 9 lavori più caldi durante la pandemia

Epidemia epidemica: perderò il lavoro o perderò uno stipendio?