in

Una guida per rebrandizzare con successo la tua azienda

Indipendentemente dal fatto che la tua azienda richieda un rebranding completo o parziale, un rebranding di successo può aiutare a ridefinire i valori di un’azienda e promuovere una percezione pubblica positiva. In questo articolo, definiamo cosa significa rebranding di un’azienda, forniamo i motivi per cui un’azienda deve rebrandizzare, elenchiamo dieci passaggi che puoi intraprendere per rinominare la tua organizzazione e offriamo suggerimenti che puoi utilizzare per rinominare la tua azienda.

Cosa significa rebranding di un’azienda?

Il rebranding è una strategia di marketing utilizzata per ristabilire un marchio all’interno del mercato e differenziarlo dai suoi concorrenti. Ci sono molte ragioni per cui un’azienda può scegliere di rebrandizzare. Di solito, l’obiettivo principale è quello di riconnettersi con i clienti in modo incisivo. Il rebranding può essere una mossa aziendale strategica, ma l’esecuzione di un rebranding efficace può richiedere precisione e abilità per attirare nuovi clienti senza perdere quelli esistenti.

Quali sono le due principali categorie di rebranding?

Gli sforzi di rebranding rientrano comunemente in una delle due categorie principali:

  • Rebranding proattivo: Il rebranding proattivo è una strategia che alcune aziende utilizzano in risposta a opportunità di crescita, segmenti di mercato non sfruttati o tendenze sociali mutevoli.

  • Rebranding reattivo: Il rebranding reattivo si riferisce a situazioni in cui i marchi interrompono o modificano le loro pratiche attuali a causa di un evento imprevisto. Ciò può accadere per una serie di motivi, tra cui sfide legali, fusioni e acquisizioni, nuovi concorrenti o pubblicità indesiderata.

Motivi per il rebranding di un’azienda

Ci sono molte ragioni per cui un’azienda può scegliere di rebrandizzare. Alcuni dei motivi più comuni per il rebranding includono:

Un cambiamento nel tuo pubblico di destinazione

Se stai tentando di connetterti con un pubblico nuovo o più ampio, è importante progettare un marchio che risuoni con il tuo segmento di mercato di destinazione. Comprendere le nuove tendenze, le esigenze dei clienti e i valori dei consumatori può aiutarti a orientare la tua immagine in un modo che risuona con diversi tipi di pubblico. Ad esempio, la tua strategia potrebbe comportare la modifica dei tuoi canali di marketing per attirare un pubblico nazionale piuttosto che locale.

Nuovo concorso

Un altro motivo per cui puoi scegliere di rebrandizzare è differenziarti dai concorrenti nuovi o esistenti. Man mano che alcune tendenze diventano più mainstream, potresti scoprire che la tua nicchia all’interno del mercato sta cambiando. Ristabilirsi come marchio superiore tra i tuoi concorrenti può aiutare i clienti a connettersi con il tuo prodotto o servizio in modi nuovi e significativi. Gli sforzi di branding deliberati possono aiutarti a emergere come uno dei principali concorrenti sul mercato.

Cambiamenti tecnologici

Se la tecnologia ha influenzato il tuo settore, il rebranding può aiutarti a competere sul mercato e posizionarti come leader del settore in un ambiente in evoluzione. La tecnologia può cambiare rapidamente e i nuovi progressi possono alterare drasticamente le strategie aziendali. Ad esempio, poiché lo shopping online continua a guadagnare popolarità, le aziende che offrono questa opzione ai consumatori potrebbero rimanere validi contendenti sul mercato. Il rebranding e il pivoting in risposta ai recenti progressi possono aiutarti a rimanere rilevante, connetterti con i clienti e rimanere un concorrente innovativo che spinge il settore in avanti.

Fluttuazioni delle preferenze di mercato

A volte i gusti dei consumatori cambiano. Questi cambiamenti non sono sempre legati alla tecnologia. Alcune preferenze per prodotti e servizi come le opzioni di alimenti biologici, l’abbigliamento athleisure o le iniziative incentrate sull’ambiente possono modellare il modo in cui i consumatori si sentono riguardo al tuo prodotto. Cambiare la tua identità per riflettere i valori dei tuoi consumatori principali può aiutare il tuo pubblico a sentirsi bene nel supportarti come azienda.

Nuova visione

Se la tua azienda ha recentemente cambiato proprietà, ampliato le sue offerte, fuso con un’altra società, è entrato in un mercato globale o altrimenti ruotato, considera di abbracciare la tua nuova visione con un cambiamento nel marchio. Identità nuove e rivitalizzate possono attirare clienti curiosi e mantenere la tua rilevanza all’interno del tuo settore. Il branding deliberato può aiutare il tuo marchio ad apparire più moderno, professionale e intenzionale.

Reputazione

A volte un cambiamento nella percezione pubblica può richiedere a un’azienda di rivolgersi alla sua persona pubblica. In questo caso, il rebranding può essere necessario quando un’azienda si trova a ricevere un’attenzione negativa sui social media o all’interno dei canali di notizie. Il rebranding può essere un modo efficace per cambiare la percezione pubblica da negativa a positiva.

Come rebrandizzare un’azienda

Se sei interessato a rebrandizzare la tua azienda, ecco alcuni passaggi che puoi intraprendere:

1. Definisci i tuoi valori fondamentali

Decidere chi sei come azienda può aiutarti a garantire che il tuo marchio sia autentico e intenzionale. Se non hai già una visione chiara o un elenco di valori fondamentali, considera di lavorare con il tuo team per sviluppare una dichiarazione di missione completa per il tuo marchio. Mantieni i tuoi valori in cima alla mente mentre sviluppi le tue strategie di branding, le iniziative e le aspettative. Avere aspettative chiare e un’identità aziendale concreta può aiutare a garantire ai tuoi clienti ciò che rappresenti e definire chi sei come organizzazione.

2. Delinea la tua strategia di rebranding

Crea uno schema completo della tua strategia di rebranding includendo tutte le aree della tua azienda che saranno interessate. Gli sforzi di rebranding vanno oltre gli aspetti più visibili, come i loghi e il design del sito web. Se scegli di aggiornare solo una parte del tuo marchio, assicurati che la tua nuova immagine rimanga in linea con i tuoi servizi, prodotti o processi esistenti.

3. Decidi cosa stai tenendo

Se ci sono processi, offerte o strategie che funzionano bene, considera di mantenerli attraverso il processo di rebranding. Preservare elementi importanti del tuo marchio attuale può aiutarti a mantenere un senso di continuità e identità. Se alcuni prodotti o funzionalità risuonano già con un pubblico di destinazione, prova a incorporarli nella tua nuova immagine.

4. Identifica ciò che non serve alla tua azienda

Il rebranding può essere un momento eccellente per valutare ogni aspetto della tua azienda per determinare cosa ti impedisce di raggiungere il tuo pieno potenziale. La modifica dell’immagine potrebbe non risolvere le carenze gestionali, strutturali o di prodotto sottostanti. Per incoraggiare un rebranding di successo, considera l’esecuzione di una valutazione aziendale completa per determinare quali prodotti, servizi, processi o metodi esistenti non sono in linea con i valori fondamentali della tua azienda. Non aver paura di eliminare gli elementi che non servono più te e il tuo marchio.

5. Considera la concorrenza

La ricerca dei tuoi concorrenti può aiutarti a comprendere le tendenze del mercato, le esigenze dei consumatori e le moderne strategie di branding. Sebbene tu voglia rimanere coerente con i valori e l’identità proposti, allinearti con il mercato può aiutarti a modernizzare il tuo marchio. I tuoi obiettivi e le tue strategie per la longevità del marchio possono differire dalla concorrenza e questa può essere una buona cosa. Tuttavia, comprendere il mercato può aiutarti a raccogliere idee, sviluppare strategie e imparare a connetterti con i tuoi clienti.

6. Raccogli feedback

Mentre ti prepari ad andare avanti con il tuo piano di rebranding, considera di coinvolgere importanti parti interessate per raccogliere le loro opinioni e feedback. Informare i tuoi team può aiutarti a comunicare le tue intenzioni, rafforzare la tua cultura aziendale e fornirti informazioni utili su come andare avanti. Cerca di includere ogni reparto, come leadership, business, marketing e design. In questo modo, puoi ascoltare tutti coloro che sono coinvolti nel rebrand per sapere di cosa sono entusiasti e quali idee hanno bisogno di più lavoro.

Puoi anche coinvolgere i clienti attraverso sondaggi, sondaggi di feedback e social media per raccogliere le loro opinioni su importanti elementi di branding come loghi, motti e design del sito web. Omaggi e concorsi possono incoraggiare il coinvolgimento e assicurarti di ascoltare tutte le voci pertinenti.

7. Comunica il tuo piano

Una volta che hai preparato le tue strategie e raccolto feedback, sei pronto per informare la tua azienda delle tue intenzioni di rebranding. Assicurati di informare tutti i tuoi team e divisioni aziendali dei tuoi sforzi e delineare le azioni che individui o team possono intraprendere per garantire il successo del tuo rebranding. Cerca di comunicare anche la tua visione generale. Questo può aiutare i team a comprendere l’obiettivo più ampio e prendere decisioni che servono alla missione dell’azienda.

8. Identificare un project manager

Il tuo rebranding può coinvolgere più reparti, livelli di gestione e passaggi. Trovare un project manager in grado di educare i team sulle azioni che possono intraprendere, lavorare entro un budget stabilito e completare il processo di rebranding prima di una scadenza stabilita può aiutarti a semplificare e garantire il successo del tuo progetto. Prendi in considerazione la creazione di un documento che ti consenta di tenere traccia delle tempistiche, delle strategie di mitigazione del rischio, delle responsabilità del team e dei nuovi risultati finali.

9. Annuncia il tuo rebranding

Comunicare efficacemente il tuo rebrand può aiutare i consumatori ad anticipare il cambiamento e ridurre la confusione quando nuove immagini arrivano sul mercato. Coinvolgere il tuo pubblico nel tuo viaggio può essere un buon modo per sviluppare la fedeltà al marchio e garantire che il tuo nuovo marchio risuoni con i clienti.

10. Valutare l’efficacia del rebrand

Mentre lanci le tue nuove offerte o immagini, valuta l’efficacia delle tue strategie e confrontale con le visioni e gli obiettivi che hai delineato all’inizio dei tuoi sforzi di rebranding. Puoi apportare modifiche se ritieni che alcune funzionalità non siano in risonanza tra i clienti. Puoi anche incorporare il feedback nei tuoi sforzi di sviluppo per continuare a fornire prodotti e servizi innovativi, accessibili e praticabili al tuo pubblico.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Una guida per trattenere il talento e perché è importante (con suggerimenti)

Una guida definitiva per gli estroversi che lavorano da casa