in

NVMe vs SATA vs.M.2: qual è la differenza tra questi SSD?

La scelta dell’SSD giusto per il tuo PC può essere fonte di confusione con tutte le interfacce e i fattori di forma coinvolti. Quindi, confrontiamo i termini SSD più comuni.

Se stai costruendo un PC o stai considerando un supporto di archiviazione più veloce, le unità a stato solido (SSD) sono la tua scelta preferita. Tuttavia, i termini SSD possono essere fonte di confusione quando hai appena iniziato.

Diversi termini sono gettati in giro, tra cui NVMe, SATA e M.2, che possono essere difficili da afferrare per un principiante. Qui, descriveremo in dettaglio le differenze tra SSD NVMe, SATA e M.2 in modo da poter prendere una decisione informata.

NVMe vs SSD SATA: spiegate le due interfacce comuni

Quando acquisti un nuovo SSD, probabilmente ti imbatterai in questi due termini, SSD NVMe e SSD SATA. Ma cosa sono e cosa rende i due diversi?

In poche parole, NVMe (Non-Volatile Memory Express) e SATA (Serial ATA) sono interfacce tra il tuo SSD e il resto del tuo computer. SATA è arrivato nel 2003 ed è stato determinante nell’aiutare i moderni HDD ad aumentare le loro velocità di trasferimento. SATA è stato successivamente utilizzato negli SSD per comunicare tra l’unità e il resto del sistema. Come tale, ci sono HDD SATA e SSD SATA.

NVMe, d’altra parte, è un’interfaccia più recente ed è stata creata esclusivamente per l’uso in SSD. GLI SSD NVMe utilizzano la larghezza di banda Peripheral Component Interconnect Express (semplicemente nota come PCIe), uno standard di interfaccia generico che si trova sulle schede madri per il collegamento di componenti ad alta velocità come schede grafiche e SSD.

Sotto PCIe, ci sono due standard. Includono AHCI (Advanced Host Controller Interface) e NVMe. AHCI è più vecchio ed è stato creato per l’uso in HDD, ma in seguito utilizzato in SSD. D’altra parte, NVMe è lo standard più recente e migliore realizzato esclusivamente per l’uso in SSD.

NVMe offre prestazioni più veloci ed è uno dei motivi principali per cui gli SSD NVMe sono più costosi delle loro controparti SATA per la stessa quantità di storage. Tuttavia, sebbene gli SSD NVMe siano più veloci, ci sono ragioni per cui dovresti attenerti agli SSD SATA invece di passare direttamente allo standard NVMe.

A seconda dell’interfaccia utilizzata, vedrai SSD etichettati come SATA o PCIe. Ci sono diversi fattori da considerare quando si sceglie tra SSD SATA e PCIe. Come accennato in precedenza, gli SSD PCIe possono utilizzare il driver AHCI precedente o il driver NVMe più recente. Ma se la velocità è tutto ciò che ti interessa, scegli un NVMe su un SSD PCIe con il driver AHCI.

Inoltre, tieni presente che le velocità massime di trasferimento variano a seconda della generazione PCIe.

M.2 è un fattore di forma SSD

Oltre a NVMe e SATA, M.2 è anche un termine comune nello spazio SSD. Ma cos’è un SSD M.2?

In poche parole, un SSD M.2 è un SSD nel fattore di forma M.2. M.2 è quello che in precedenza era chiamato Next Generation Form Factor (NGFF).

Mentre gli SSD NVMe utilizzano esclusivamente il fattore di forma M.2, gli SSD SATA sono disponibili nel fattore di forma standard da 2,5 pollici e nel fattore di forma M.2 più piccolo e sottile. La maggior parte dei moderni SSD SATA sono disponibili nel fattore di forma da 2,5 pollici. Tuttavia, troverai SSD M.2 in laptop, tablet e mini PC ultrasottili.

M.2 è stato sviluppato dalla SATA International Organization e da un consorzio di operatori del settore. Viene spesso indicato come un sostituto per mini SSD Serial Advanced Technology Attachment (mSATA). Sebbene mSATA sia più vecchio, è ancora possibile acquistare SSD con l’interfaccia pronta all’uso.

In conclusione, esistono diversi tipi di SSD M.2, tra cui SSD SATA, SSD PCIe NVMe e SSD PCIe AHCI. Quindi, ricorda che M.2 punta solo sul fattore di forma e non ti dice molto sull’interfaccia utilizzata, che è ugualmente, se non più importante.

Informazioni su SSD NVMe, SATA e M.2

Ti imbatterai in molti termini privilegiati quando acquisti un SSD. Tuttavia, non lasciare che tutto quel gergo ti confonda. Come descritto sopra, la principale differenza tra SSD NVMe e SATA è l’interfaccia utilizzata: NVMe utilizza un’interfaccia PCIe mentre gli SSD SATA utilizzano un’interfaccia SATA.

D’altra parte, M.2 è un fattore di forma SSD spesso utilizzato per incorporare l’archiviazione ad alte prestazioni in piattaforme di gioco di fascia alta, laptop ultra-portatili e tablet. È possibile ottenere SSD SATA e PCIe nel fattore di forma M.2.

Il più delle volte, questi termini sono combinati. Troverai qualcuno che parla del loro nuovo SSD M.2 NVMe o M.2 SATA SSD. Sappi solo che stanno parlando del fattore di forma SSD e dell’interfaccia utilizzata.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

The Sandbox vs. Decentraland: quale piattaforma Metaverse dovresti usare?

Dogecoin vs DogeCash: qual è la differenza?