in

Come un consulente ha trovato l’equilibrio tra lavoro e vita privata e una carriera appagante

Ma si è trovata a desiderare più interazioni pratiche con i clienti. “Nel mio vecchio lavoro, entravo, valutavo, consigliavo e me ne andavo prima che potessimo vedere cosa hanno deciso di fare alla fine con la raccomandazione”, dice. Ha scoperto quel coinvolgimento più profondo del cliente quando si è trasferita ad Appian, una piccola azienda tecnologica. “In Appian, siamo con il cliente dall’inizio alla fine. E le nostre soluzioni continuano ad avere un impatto molto tempo dopo la conclusione del nostro progetto “.

Continua a leggere per tracciare il suo percorso nel settore della consulenza, vedere i suoi consigli su come battere il burnout e scoprire i migliori consigli professionali che abbia mai ricevuto.

Raccontaci del tuo percorso professionale e cosa ti ha portato al lavoro in Appian?

Dopo essermi laureato alla UVA nel 2016 come sistemista, ho subito iniziato la mia carriera di consulente tecnologico. Era perfetto per me perché mi ha permesso di risolvere i problemi combinando le mie passioni per la tecnologia e gli affari. Sebbene il mio gruppo abbia lavorato su una varietà di progetti di analisi dei dati, la maggior parte dei progetti ha coinvolto accordi come fusioni, cessioni e acquisizioni.

Circa un anno fa, ho iniziato a rivalutare i miei obiettivi di carriera. Ho preso una vacanza tanto necessaria per poter pensare a quello che amavo fare. Volevo continuare ad aiutare i clienti. Ma volevo anche raggiungere un migliore equilibrio tra lavoro e vita privata e assumere un ruolo che mi sfidasse a risolvere problemi significativi con la tecnologia e il pensiero creativo. È stato allora che ho esaminato Appian.

Ho contattato un buon amico del college che lavora presso Appian per chiedergli informazioni sulla sua vita quotidiana, sulla cultura aziendale e sull’equilibrio tra lavoro e vita privata. Sulla base delle sue risposte e delle mie esperienze positive con il team di reclutamento, lasciare una grande società di consulenza per entrare a far parte di questa società di software è stata la mossa giusta per la mia carriera.

Cosa ti ha spinto a lavorare in Appian?

Ho contattato Appian per la sua vibrante cultura del lavoro, le persone straordinarie e il prodotto dirompente. Anche se continuo a lavorare con i clienti e risolvere problemi profondi, non tutti i consulenti possono dire che il loro team costruisce la soluzione da zero. Giorno per giorno, comunico con le parti interessate per comprendere e definire le esigenze aziendali, rimboccandomi le maniche per progettare e sviluppare funzionalità utilizzando la piattaforma Appian.

L’azienda è giovane, vivace e ha ancora una sensazione di start-up senza i rischi associati a una start-up tipica. Al quartier generale, ci sono snack su ogni piano, colazione gratuita ogni lunedì e ci sono tantissimi eventi a cui partecipare.

Di cosa sei responsabile nel tuo ruolo in Appian?

In qualità di consulente senior, guido team di consulenti di talento per sviluppare applicazioni che utilizzano la piattaforma Appian per risolvere i problemi dei nostri clienti. Ogni giorno, lavoro a stretto contatto con le parti interessate dei clienti per comprendere i loro requisiti aziendali, definire nuove funzionalità e dare priorità alle funzionalità della roadmap. Collaboro con il mio team di consegna Appian per implementare funzionalità robuste e intuitive utilizzando le best practice tecniche e UX di Appian. Vedo i progetti dall’inizio alla fine e mi assicuro che il dipartimento comunichi e migliori continuamente.

Cosa ti piace di più della cultura aziendale di Appian? Cosa pensi che distingua la cultura da altre aziende come questa?

Tutti qui sono talentuosi e motivati. E le persone si preoccupano sinceramente l’una dell’altra. Le persone mangiano con gli amici nei luoghi comuni, non alla scrivania. Ogni volta che hai una domanda o hai bisogno di aiuto, puoi contare su uno dei tuoi colleghi per darti una mano. Nel complesso, le persone sono ciò che rende fantastica un’azienda e i dipendenti di Appian sono i migliori del settore.

La cultura di Appian di promuovere e premiare le grandi idee è ciò che la distingue dalle altre società. È un ambiente in cui le buone idee contano più della politica e della gerarchia. I dipendenti di tutti i livelli e background sono incoraggiati a dare i loro suggerimenti e opinioni liberamente perché il punto di vista di tutti è importante. Ho visto in prima persona come questa mentalità ha potenziato le persone, consentendo loro di crescere e avere un impatto sull’azienda.

A quali progetti stai lavorando in questo momento che ti entusiasmano o ti ispirano?

Ho lavorato con un cliente sanitario per sviluppare un’applicazione che razionalizzasse il processo di gestione degli impegni e della conformità in tutta l’azienda. È il mio primo progetto nel settore sanitario. La maggior parte dei miei clienti precedenti si occupava di servizi finanziari, tecnologia ed energia, quindi mi piace conoscere un nuovo settore.

Il progetto sanitario è impegnativo. Dobbiamo consolidare i dati di più sistemi integrati in un’unica applicazione intuitiva, moderna e sostenibile che aiuterà il cliente a concentrarsi sull’esperienza del cliente. Essere in grado di integrare così tante app diverse in un’unica applicazione Appian senza problemi è estremamente gratificante. Vedere l’impatto che stiamo avendo su una grande azienda globale mi ispira a lavorare di più. Dimostra che la passione, la diligenza e la competenza che applichiamo a ogni progetto fanno la differenza.

In passato hai lavorato per grandi società di consulenza. In che modo il tuo ruolo attuale è diverso?

La consulenza in Appian è senza dubbio più pratica e coinvolgente di quella che vedresti in una società di consulenza standard. Nel mio vecchio lavoro, entravo, valutavo, consigliavo e me ne andavo prima che potessimo vedere cosa alla fine avevano deciso di fare con la raccomandazione.

In Appian, siamo con il cliente dall’inizio alla fine e le nostre soluzioni continuano ad avere un impatto molto tempo dopo la conclusione del nostro progetto. Fin dal primo giorno, siamo lì con il cliente per comprendere le sue esigenze e sviluppare l’empatia dell’utente necessaria per progettare un buon software. Passiamo quindi mesi a lavorare a stretto contatto con i nostri clienti per progettare e sviluppare l’applicazione, assicurandoci che superi le esigenze degli utenti.

Qual è la sfida più grande che hai dovuto affrontare da quando hai iniziato ad Appian? Come l’hai superato?

La transizione dalla società di consulenza standard a una posizione di consulente senior presso una società di software comporta molte sfide. Non solo dovevo imparare a sviluppare rapidamente in Appian, ma dovevo anche familiarizzare con le pratiche agili e imparare a guidare i progetti Appian. Sebbene all’inizio fosse impegnativo, sono stato in grado di superarlo chiedendo aiuto e approfittando di ogni opportunità per approfondire le mie conoscenze.

Nel mio primo progetto, ho seguito un corso accelerato sulla piattaforma. Ho letto tutta la documentazione sulle best practice di Appian e ho partecipato a tutte le sessioni di formazione e presentazioni disponibili. Ho imparato così tanto su tutto, dalla guida di progetti agili alla creazione di applicazioni scalabili. Ma la risorsa più preziosa erano i miei colleghi. Tutti erano incredibilmente gentili, pazienti e siamo sempre felici di aiutare quando ne avevo bisogno.

Che consiglio daresti a qualcuno che ha appena iniziato nella consulenza in generale?

Assicurati di riservare del tempo per disconnetterti, rilassarti e ricaricarti regolarmente. Prenditi del tempo durante l’anno quando puoi. Disattiva le notifiche di lavoro quando nulla è urgente.

Troppi consulenti operano con l’idea sbagliata che essere disponibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e lavorare troppo è necessario per raggiungere il successo nella tua carriera. Prendilo da me: non è così. Quando ti unisci a una forte etica del lavoro con il giusto tempo per riposarti e ricaricarti, ti avvicinerai al lavoro con rinnovata energia e concentrazione. E questo porta a una carriera di maggior successo.

Qual è il miglior consiglio professionale che tu abbia mai ricevuto?

Sii curioso e fai domande. Non importa se sei appena uscito dal college o hai 15 anni nel settore. L’apprendimento non si ferma mai. Molte persone sono imbarazzate o hanno paura di fare una domanda perché sono preoccupate che le persone pensino di non essere qualificate per il lavoro. Ma credo che le persone di maggior successo cerchino continuamente risposte e chiedano aiuto quando ne hanno bisogno. Non solo sono in grado di apprendere e avanzare rapidamente, ma creano anche la fiducia necessaria per diventare leader influenti.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Un programma di produttività del lavoro da casa che ti aiuterà a ottenere il massimo dalla tua giornata

7 consigli per lavorare da casa con i bambini quando il coronavirus ha spento tutto