in

Come installare una telecamera di backup sul veicolo

Migliora la visibilità e la consapevolezza intorno al tuo veicolo installando una telecamera di back-up posteriore.

La tecnologia delle auto è avanzata drasticamente nel corso degli anni, il che rende la guida più comoda. Anche dotati di guida autonoma, i veicoli moderni sono dotati di numerosi servizi, come le telecamere per la retromarcia.

Ma cosa succede se la tua auto non è arrivata con una o una nuova auto non è nel budget? Fortunatamente, installare una telecamera di backup sul tuo veicolo è molto più facile di quanto tu possa pensare e può essere fatto per meno di poche centinaia di dollari.

Questo viene fatto collegando una piccola telecamera all’esterno del tuo veicolo, permettendoti di vedere cosa c’è dietro di te. Ecco come puoi farlo.

Scelta dell’attrezzatura

Con una pletora di dispositivi online e grandi differenze di prezzo, trovare l’attrezzatura giusta può essere difficile. Le telecamere retrovisive sono più comunemente montate con una staffa in dotazione o con l’aiuto della targa. Il filmato viene comunemente visualizzato sull’unità principale aftermarket o con l’aggiunta di uno schermo altrove. In quest’ultimo scenario, i kit includeranno un monitor separato o uno schermo dello specchietto retrovisore per coprire lo specchio di fabbrica.

Nonostante le molte scelte sul mercato, il processo di installazione rimane relativamente lo stesso, ed ecco come può essere fatto.

Strumenti di cui avrai bisogno

Come la maggior parte delle installazioni, è necessario raccogliere le parti e gli strumenti necessari di cui si avrà bisogno. La maggior parte di questi strumenti probabilmente esiste già nella tua famiglia, ma ecco cosa ti serve per fare il lavoro, il tutto pur essendo al sicuro.

  • Equipaggiamento di sicurezza: occhiali e guanti
  • Stripper di fili
  • Tagliafili
  • Multimetro
  • Nastro elettrico
  • Strumento di rimozione del trim
  • Philips o cacciavite a testa piatta
  • Saldatore
  • Trapano con punte assortite
  • Posi-tap o altri connettori elettrici
  • Fascette
  • Set di prese
  • Sistema di telecamere retrovisive

Questi strumenti si applicheranno alla maggior parte dei veicoli, anche se non a tutti. I veicoli europei utilizzano bit di sicurezza per prevenire manomissioni esterne, quindi potrebbe essere necessario torx o bit esadecimali per ottenere l’accesso.

Una corretta preparazione previene prestazioni scadenti

Prima di lavorare sul veicolo, scollegare il cavo di terra alla batteria e assicurarsi che non vi sia alimentazione per l’auto. In caso contrario, potrebbero verificarsi carenze elettriche o lesioni gravi.

Assicurati di indossare un equipaggiamento di sicurezza adeguato, poiché l’ultima cosa che vuoi è danneggiare la nuova attrezzatura che hai appena acquistato o te stesso.

Montaggio dell’hardware

È necessario accedere a dove si sta montando l’apparecchiatura. Molte volte, questo sarà semplice, in quanto può essere il cruscotto o lo specchietto retrovisore. L’unico caso in cui non si montano nuove apparecchiature è se si dispone già di un’unità principale aftermarket che supporta la funzione. Dovresti quindi accedere alla parte posteriore dell’unità principale.

In questo caso, utilizzeremo un sistema di montaggio retrovisore. Utilizzando le cinghie elastiche in dotazione, avvolgi il tuo nuovo specchietto retrovisore su quello esistente nel tuo veicolo. Assicurarsi che lo specchio non presenti ostacoli e mantenga la piena funzionalità.

Successivamente, è necessario montare la fotocamera sul veicolo. Il modo più semplice è utilizzare una staffa per targa, in quanto si tratta semplicemente di due viti. Tuttavia, per scopi estetici, si desidera preservare il più possibile l’aspetto OEM, quindi montarlo dalla maniglia del bagagliaio. Questo può essere fatto usando nastro biadesivo o perforando il tronco.

Quando si utilizza il nastro biadesivo, è necessario assicurarsi che entrambe le superfici di accoppiamento siano pulite, poiché eventuali detriti possono potenzialmente far cadere la fotocamera durante la guida. Le superfici di accoppiamento possono essere pulite con qualsiasi straccio e alcool isopropilico.

Infine, è necessario perforare il bagagliaio per instradare il filo della fotocamera all’interno. Questo passaggio sarà lo stesso per qualsiasi tipo di supporto per fotocamera se si desidera mantenere un aspetto pulito. Questo passaggio può essere complicato, ma è sufficiente assicurarsi che nulla possa essere danneggiato nel processo. Finché non ci sono fili sulla strada, sei bravo a iniziare a perforare. Serpente il filo attraverso il foro che hai appena praticato e qualsiasi potenziale assetto per ottenere l’accesso al filo all’interno del veicolo. Sebbene questo passaggio possa variare, il concetto rimane lo stesso.

Completamento del cablaggio

È necessario individuare il pannello del fusibile o un terminale di alimentazione commutato per fornire alimentazione alla telecamera retrovisiva. Alcuni veicoli hanno post dedicati per questo, che lo rendono super conveniente, ma tutte le auto hanno scatole di fusibili. Questo passaggio è importante, poiché probabilmente vorrai avviare la tua auto la mattina successiva. Se fatto in modo errato, il sistema di telecamere retrovisive scaricherà continuamente energia dalla batteria durante la notte.

I fusibili come i tergicristalli o la radio ricevono alimentazione solo quando la chiave è accesa, rendendoli ottime fonti da cui sfruttare. Un buon modo per testarlo è utilizzare un multimetro e controllare quali terminali di fusibili ricevono alimentazione quando la chiave è accesa.

Dopo aver verificato quale fusibile ha cambiato alimentazione, è necessario prendere un rubinetto del fusibile e inserirlo in uno dei pin del terminale come mostrato nell’immagine. Come in precedenza, infilare i fili nel rivestimento necessario per mantenere un aspetto pulito.

Affinché la telecamera retrovisiva funzioni, la telecamera deve sapere quando l’auto è in retromarcia e ha bisogno di un segnale video. Questo viene fatto facendo scorrere il filo in dotazione dalla parte anteriore alla fine dell’auto. Questo passaggio è relativamente semplice.

Successivamente, è necessario fornire un segnale alla telecamera retrovisiva. Questo può essere fatto toccando le luci di retromarcia. È sufficiente smontare il gruppo fanale posteriore e individuare i fili che corrono verso la luce di retromarcia. Prendi un amico e chiedigli di premere il pedale del freno. Ciò invierà energia alla luce del freno, rendendo più facile identificare quale filo attingere.

Utilizzando il multimetro, controllare quale filo viene fornito con 12 volt. È necessario aggiungere il nuovo filo di segnale in ciò che è già montato sull’auto. Il metodo più semplice è utilizzare un posi-tap, o qualche altro connettore elettrico, per toccare il nuovo filo in quello esistente. In questo caso, utilizzare un connettore a torsione per facilitare il processo. Un metodo alternativo consiste nello stripping manuale del filo e nella saldatura in quello nuovo.

Dopo aver completato questo passaggio, il sistema di telecamere retrovisive dovrebbe essere pienamente operativo. Controlla il tuo lavoro ricollegando il cavo di terra al montante della batteria per dargli alimentazione. Quindi, metti la tua auto in retromarcia e verifica se la fotocamera funziona. Se vedi dietro il tuo veicolo, sei pronto per rimontare l’auto e farla sembrare di nuovo pulita.

Nel caso in cui non funzioni, ricontrolla il tuo lavoro e assicurati che tutti i fili vadano nei posti corretti. È molto più facile risolvere il problema prima che i cavi siano nascosti dietro i pezzi di rivestimento. Rassicurare che il cavo aggiunto non interferisce con nulla.

Finiture

Dopo aver verificato che il nuovo sistema funzioni, è possibile rimontare l’auto per farla sembrare di nuovo originale. Dal momento che hai tolto alcuni pezzi di rifinitura, ora è il momento di reinstallarli.

In genere, andranno in posizione senza problemi, anche se possono essere un dolore poiché c’è un altro filo che corre sotto di esso. Infila i nuovi fili dietro i fili esistenti che corrono all’interno e usa le fascette per mantenere le cose a posto. Dopo che l’assetto è stato reinstallato, sei pronto per guidare!

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Cos’è il prestito crittografico e come funziona?

Cos’è la perdita impermanente in Crypto?