in

6 abitudini dello smartphone che stanno rovinando la tua produttività

Ti sei mai chiesto perché lotti costantemente per completare i tuoi compiti? Le tue abitudini quotidiane sullo smartphone potrebbero essere la colpa.

Hai trascorso l’intera settimana sepolto nel lavoro, ma la tua lista di cose da fare sembra allungarsi. Nonostante lavori costantemente, non sembri mai realizzare ciò che hai deciso di fare.

La maggior parte si riduce a quelle sottili abitudini quotidiane che riducono la tua energia e produttività senza rendertene conto. In questa era digitale, molte di queste abitudini sono legate ai piccoli dispositivi incollati alle mani. Ecco alcune cattive abitudini dello smartphone che dovresti conoscere:

1. Controllare il telefono immediatamente al risveglio

Qual è la prima cosa che fai al mattino? Scommettiamo che hai premuto il pulsante snooze un paio di volte sul tuo smartphone prima di trascinarti finalmente fuori dal letto. Ma una volta che sei sveglio, inizi a leggere le tue e-mail e altri messaggi o a controllare i social media e i newsfeed.

Potresti pensare che iniziare la giornata recuperando ciò che sta accadendo intorno a te sia un buon modo per iniziare con il piede giusto. Ma in realtà, stai esaurendo la tua energia elaborando troppe informazioni come prima cosa al mattino.

Inoltre, stai sviluppando un’abitudine reattiva lasciando che quei ping e notifiche determinino le tue azioni, aprendoti ulteriormente a più distrazioni durante il giorno.

Idealmente, vuoi iniziare la giornata con una routine mattutina più produttiva che protegga o aumenti la tua energia appena acquisita. In questo modo, ti autorizzi a resistere alle distrazioni e a fare un uso più efficiente del tuo tempo.

Per raggiungere questo obiettivo, potresti investire in una sveglia analogica per aiutarti a rompere l’abitudine di guardare il tuo telefono come prima cosa al mattino.

2. Rimanere connessi alla posta in arrivo

Anche se sembra essere un’abitudine produttiva, essere legati alla tua casella di posta elettronica tutto il giorno ti impedisce in realtà di svolgere il tuo lavoro più importante.

È facile essere distratti dal flusso costante di messaggi in arrivo, molti dei quali non sono urgenti. Di conseguenza, finisci per dividere la tua attenzione tra l’attività a portata di mano e il controllo della posta elettronica, il che rende più difficile concentrarsi ed essere produttivi.

Inoltre, potresti anche sentirti sopraffatto da tutti i messaggi non letti nella tua casella di posta, portando ad ansia e stress. Per evitare ciò, cerca di concentrare il tuo periodo produttivo della giornata sul completamento del lavoro e pianifica orari specifici per leggere, rispondere e organizzare la tua e-mail.

L’obiettivo è quello di sviluppare una relazione più proattiva con la tua casella di posta, una in cui hai il controllo piuttosto che il contrario.

3. Utilizzo del telefono a letto

Sappiamo quanto sia allettante passare qualche minuto in più a scorrere il tuo feed di Twitter o guardare le ultime sfide di TikTok prima di dormire. Il problema è che i pochi minuti che inizialmente intendevi trascorrere sul tuo telefono possono rapidamente trasformarsi in ore. Non è sempre perché qualsiasi cosa tu stia facendo è particolarmente interessante o coinvolgente.

Invece, la luce intensa dello schermo del telefono rende più difficile addormentarsi. La luce blu dello schermo dello smartphone sopprime la produzione di melatonina, un ormone associato al ciclo sonno-veglia. Ciò riduce significativamente la quantità e la qualità del sonno, portando a livelli di energia più bassi durante il giorno.

A peggiorare le cose, l’uso del telefono a letto aumenta il tempo sullo schermo, portando a affaticamento degli occhi, visione offuscata e mal di testa. Quindi, se desideri dormire bene la notte e svegliarti sentendoti riposato, è meglio tenere lo smartphone fuori dalla stanza durante l’ora di coricarsi.

In questo modo, eviti la tentazione di usare il telefono subito prima di dormire e ti dai la possibilità di rilassarti, eliminando anche l’opportunità di usarlo quando ti svegli.

4. Scaricare troppe app di produttività

Gli app store e play store sono pieni di app di produttività che possono aiutarti a fare di più in meno tempo. E mentre alcuni di loro potrebbero mantenere le loro promesse, scaricarne troppi può essere controproducente.

Questo perché puoi essere rapidamente sopraffatto da tutte le diverse funzionalità e opzioni disponibili, il che diventa confuso. Inoltre, alcune app potrebbero anche finire per duplicare le funzionalità di altre, portando a più notifiche inutili e confusione.

La chiave è trovare una soluzione software che si adatti alle tue esigenze specifiche e attenersi al loro utilizzo. Usa ogni app per lo scopo previsto e resisti all’impulso di scaricare più del necessario.

5. Navigare senza pensare sul Web

Quindi, ti siedi per fare un po ‘di lavoro, ma prima che tu te ne accorga, ti ritrovi a scorrere senza meta i social media o leggere articoli che non hanno nulla a che fare con ciò su cui dovresti lavorare.

Alimentare questa abitudine subconscia può essere incredibilmente dannoso per la tua produttività, in parte perché non ti rendi nemmeno conto che lo stai facendo; non c’è scopo o obiettivo. Lo stai facendo solo perché è lì.

Parlando dell’utilizzo di app di produttività che si adattano a esigenze specifiche, puoi utilizzare Unlpluq per superare questa insensata abitudine di navigazione. È una semplice app che blocca le app che distraggono e ti consente di impostare diverse barriere con vari livelli di difficoltà, come scuotere il telefono o toccare pulsanti specifici. Devi eseguire queste azioni prima di poter accedere nuovamente alle tue app.

Sì, puoi comunque aggirare queste barriere se lo desideri; e questo è il punto, in quanto ti dà un momento per pensare a cosa stai facendo e perché lo stai facendo, trasformando un’abitudine insensata in una intenzionale.

6. Affidarsi troppo al telefono come memoria eterna

Il tuo telefono può fare molte cose, ma non dovrebbe diventare un sostituto per la tua memoria innata. Solo perché puoi fare affidamento sul tuo telefono per attività di base, come la memorizzazione di numerose password o contatti, per liberare spazio cerebrale per altre cose, ciò non significa che dovresti sviluppare una dipendenza malsana da esso.

Hai notato che tendi a dimenticare facilmente le informazioni a cui sai di poter accedere rapidamente sul tuo smartphone? Potresti essere caduto preda di un fenomeno psicologico chiamato “amnesia digitale”, che può rovinare la memoria e la produttività a lungo termine.

Invece di lasciare che il tuo telefono ricordi tutto per te, prova a esercitare la memoria muscolare del cervello ricordando le cose da solo. Potresti essere grato di averlo fatto nello sfortunato caso in cui la batteria si esaurisca e non puoi fare affidamento sul tuo telefono per ricordarti che è il compleanno del tuo coniuge.

Sostituisci queste abitudini dello smartphone per riguadagnare la tua produttività

In questi tempi moderni, sosteniamo che faresti fatica a cavartela senza il tuo smartphone e probabilmente non dovresti provare a meno che non diventi un ostacolo significativo al tuo benessere.

Vuoi assicurarti di avere il controllo di questa relazione e che l’utilizzo dello smartphone ti avvantaggi in qualche modo e non ostacoli la tua produttività o salute mentale. Riconoscendo queste abitudini malsane dello smartphone, puoi adottare misure adeguate per romperle e sviluppare quelle migliori e più produttive al loro posto.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Come comprendere le formule di Excel passo dopo passo

Come confrontare CPU diverse nel modo giusto